Ranagolia

Valeria Valenza Gurrieri

Sinossi

Ranagolia di Valeria Valenza Gurrieri è un romanzo che affronta con leggerezza una sfida complessa: realizzare il ritratto di una persona che vuole rivoluzionare la propria vita, partendo dallo sguardo con cui osserva e recepisce il mondo. 

La protagonista è Maura, una bambina palermitana nata con la mano destra più piccola, che vive la sua quotidianità in un continuo senso di smarrimento. Non riesce a decodificare la realtà che la circonda e non sa capire quale sia la strada giusta per lei, per il modo in cui viene trattata dentro casa. Maura è divisa tra le premure materne e la rigidità del padre. Quest’ultimo la spinge a superare i problemi ignorando il suo difetto fisico e pretende che la bambina venga iscritta prematuramente a scuola, costringendola a fare i conti sia con gli sguardi maligni degli altri compagni, sia con quelli compassionevoli delle suore che dovrebbero istruirla. Il vero riferimento, per lei come per il fratello maggiore Carlo, è il nonno Federico, l’unico che non

vive nella stessa palazzina condivisa da tutta la famiglia: esempio di bontà umana a cui lei tenderà per tutta la vita, le insegna cosa siano la tenerezza e la gentilezza incondizionata ed è anche il primo a cui rivela la grande ambizione di diventare pilota di aerei. La morte improvvisa del nonno, però, getta lei e il fratello in uno sconforto senza pace e nella intransigenza che caratterizzerà le loro relazioni con gli altri parenti. Durante gli anni del liceo Maura pretende sempre più libertà, alla ricerca di una emancipazione che però i genitori continuano a negarle; in questo periodo si consolida, invece, il legame con il fratello, anche a causa della comune opposizione verso la famiglia. Rottura che si concretizza quando Maura decide di trasferirsi a Bologna per studiare Letteratura all’università, nonostante il padre le avesse negato il permesso. Pur di ottenere indipendenza la ragazza è pronta a dare fondo ai suoi pochi risparmi: da quel momento si affida solo a sé stessa e alle nuove persone che incontra, come la sua coinquilina Maddalena, che la inizia al mondo del volontariato e dell’attivismo sociale. 

In pochi mesi la realtà di Maura si stravolge: la sua quotidianità è ben diversa da quella vissuta a Palermo, ma lo è soprattutto il suo modo di pensare e concepire l’esistenza; Maura acquisisce un pensiero critico che la avvicina alle umanità più emarginate e questo le permette di rivalutare il rapporto con i suoi genitori. 

Quando rientra a casa per Natale, la aspetta una terribile notizia: il padre è malato di tumore e muore dopo solo due mesi. È un dolore che non può condividere con il fratello, trasferitosi nel frattempo in India, e che viene alleviato solo dalla presenza di Umberto, un giovane conosciuto durante le lezioni universitarie. Il padre, prima di chiudere gli occhi, ha confidato alla figlia di essersi sempre sentito responsabile per la sua malformazione e le ha chiesto perdono. 

La conclusione della storia ci catapulta vent’anni dopo gli ultimi avvenimenti descritti: da una lettera che scrive al fratello, scopriamo che Maura è in procinto di partire per un’importante missione umanitaria in una zona di guerra; è la prima volta che lascia suo marito Umberto e suo figlio, ma è pronta a compiere questo passo: ormai ha imparato a sopportare i momenti di fragilità e trasformarli in una nuova energia, perché c’è un monito di cui è diventata pienamente consapevole: “Ci dobbiamo abituare al cambiamento e a essere persone nuove.”

Stile

Ranagolia è una storia che si snoda dagli anni ’60 del Novecento all’inizio del nuovo millennio. Dai colori e le sfumature di Palermo raccontati con gli occhi di una bambina, il punto di vista si fa sempre più maturo e critico, fino a trasformarsi nella piena apertura verso un mondo da cui lasciarsi contaminare.

Note biografiche

Valeria Valenza Gurrieri (Palermo 1958) ha studiato Letteratura tedesca in Italia, poi Letterature Comparate in Germania dove si è diplomata come traduttrice. Ha insegnato fino al 2005 Letteratura tedesca nei licei organizzando scambi e progetti Comenius. Ha al suo attivo borse di studio e traduzioni per Sellerio e altre case editrici italiane e tedesche. Ha pubblicato per Edizioni Arianna PB Storie di Piano Battaglia.

Ranagolia

Invia il form per richiedere il testo completo dell'opera